Olivetti Savant srl

Stradale Lanzo 36, 10070 Balangero - Torino

© 2022 Olivetti Savant srl | P.IVA 10096800015


facebook
whatsapp
icona
OLIVETTI SAVANT
PIASTRELLE

facebook
whatsapp
faq.jpeg

DOMANDE 

FREQUENTI

Benvenuti nella sezione FAQ (Domande Frequenti) dedicata al settore delle piastrelle. 

 

Qui troverete risposte alle domande più comuni riguardanti l'acquisto, l'installazione e la manutenzione delle piastrelle. 

 

Se non trovate la risposta alla vostra domanda, non esitate a contattarci direttamente. Siamo qui per aiutarvi!

ANDREA SAVANT

Pavimentazioni per esterni

Nel video vengono messi in evidenza gli aspetti più importanti per la riqualificazione degli spazi esterni.  . Consigli e modalità per una scelta ragionata

ANDREA SAVANT

La scelta della piastrella

Nel video vengono messi in evidenza i punti salienti per l'acquisto delle piastrelle  . Consigli e modalità per una scelta consapevole.

SI PUO' UTILIZZARE UNA PIASTRELLA GRANDE SU UN AMBIENTE PICCOLO?

domanda.jpeg

La risposta alla domanda se si può utilizzare una piastrella grande in un ambiente piccolo dipende da diversi fattori. In generale, l'uso di piastrelle grandi in spazi ristretti può creare un effetto visivo di ampiezza e dare l'impressione di un ambiente più grande. Tuttavia, bisogna considerare anche la funzionalità e l'ergonomia della stanza, in quanto piastrelle grandi potrebbero risultare poco pratiche in alcune situazioni.

 

Inoltre, l'utilizzo di piastrelle grandi richiede una preparazione adeguata della superficie di posa e una posa professionale per evitare problemi di aderenza e di frattura delle piastrelle. È fondamentale anche scegliere il giusto tipo di piastrella, in base alle caratteristiche dell'ambiente e alla sua destinazione d'uso.

 

In sintesi, è possibile utilizzare piastrelle grandi in ambienti piccoli, ma è importante valutare attentamente le esigenze estetiche e funzionali della stanza e affidarsi a un professionista per la scelta e la posa delle piastrelle.
 

QUANDO UNA PIASTRELLA E' DI PRIMA SCELTA?

faq 2.jpeg

Una piastrella di prima scelta è caratterizzata da elevati standard di qualità e estetica. In genere, le piastrelle di prima scelta sono prodotte con materiali di alta qualità e attraversano rigorosi controlli di qualità durante la produzione. Sono inoltre caratterizzate da una lavorazione precisa e accurata, che garantisce uniformità nelle dimensioni, nei colori e nella texture.

 

Ma quali sono i criteri per definire una piastrella di prima scelta? In primo luogo, la planarità della superficie deve essere perfetta, senza irregolarità o difetti. In secondo luogo, il colore e la texture devono essere uniformi e privi di difetti o macchie che ne compromettano l'aspetto estetico. Inoltre, la piastrella deve avere resistenza e durevolezza nel tempo, per garantire una lunga durata e una facile manutenzione.

 

In sintesi, una piastrella di prima scelta è riconoscibile per la sua alta qualità, precisione nella lavorazione e uniformità nell'aspetto. Scegliere una piastrella di prima scelta significa garantirsi un prodotto di qualità superiore, con una durata nel tempo e un'estetica impeccabile.
 

QUAL' E' IL MIGLIOR MATERIALE DELLE PIASTRELLE?

faq 3.jpeg

La scelta del miglior materiale per le piastrelle dipende dalle esigenze e dalle caratteristiche dell'ambiente in cui verranno posate. In generale, ci sono diversi materiali tra cui scegliere, ognuno con le proprie peculiarità.

 

Le piastrelle in ceramica sono tra le più popolari, grazie alla loro resistenza e durata nel tempo. Sono disponibili in diverse finiture, colori e formati, e possono essere utilizzate in molteplici contesti, dall'ambiente domestico a quello commerciale.

 

Le piastrelle in gres porcellanato sono un'altra scelta popolare, grazie alla loro resistenza agli urti, alle macchie e alle abrasioni. Sono disponibili in diverse finiture, colori e formati, e possono essere utilizzate sia per pavimenti che per rivestimenti.

 

Le piastrelle in marmo sono apprezzate per la loro bellezza e per le sfumature naturali che le contraddistinguono. Tuttavia, sono meno resistenti rispetto ad altri materiali e richiedono una maggiore manutenzione per preservare l'aspetto originale.

 

Le piastrelle in pietra naturale, come il granito o il travertino, sono estremamente resistenti e durature, ma richiedono una maggiore attenzione nella posa e nella manutenzione.

 

Infine, le piastrelle in vetro sono utilizzate principalmente per la realizzazione di rivestimenti, grazie alla loro trasparenza e luminosità. Tuttavia, sono meno resistenti rispetto ad altri materiali e richiedono una maggiore attenzione nella pulizia.

 

In sintesi, non esiste un materiale migliore per le piastrelle, ma la scelta dipende dalle esigenze e dalle caratteristiche dell'ambiente in cui verranno posate. È fondamentale valutare attentamente le caratteristiche di ogni materiale e affidarsi a un professionista per la scelta e la posa delle piastrelle.
 

E' CONSIGLIABILE PAVIMENTARE SOPRA UN PAVIMENTO ESISTENTE ?

senza titolo-3.jpeg

La decisione di pavimentare sopra un pavimento esistente dipende dalle condizioni del pavimento sottostante e dalle caratteristiche del nuovo pavimento che si intende posare. In generale, la posa di una nuova pavimentazione sopra un pavimento esistente può comportare vantaggi e svantaggi.
 

 

Uno dei principali vantaggi è la possibilità di risparmiare tempo e denaro, evitando la rimozione del pavimento esistente e la preparazione del sottofondo. Inoltre, la posa di una nuova pavimentazione sopra quella esistente può contribuire a migliorare l'isolamento termico e acustico dell'ambiente.

 

Tuttavia, ci sono anche degli svantaggi da considerare. In primo luogo, la posa di una nuova pavimentazione sopra quella esistente può ridurre l'altezza della stanza, compromettendo la funzionalità e l'estetica dell'ambiente. Inoltre, la posa di una nuova pavimentazione sopra quella esistente può peggiorare la stabilità del pavimento sottostante, creando problemi di aderenza e di deformazione.

 

In generale, la posa di una nuova pavimentazione sopra un pavimento esistente è consigliabile solo se il pavimento sottostante è in buone condizioni e se il nuovo pavimento è stato progettato e realizzato per garantire la massima stabilità e resistenza nel tempo. È inoltre fondamentale affidarsi a un professionista per la scelta e la posa della nuova pavimentazione, al fine di evitare problemi di aderenza e di deformazione.

 


 

E' CONSIGLIABILE ACQUISTARE SCORTE DI PIASTRELLE PER MANUTENZIONI FUTURE ?

faq 4.jpeg

Acquistare scorte di piastrelle per le manutenzioni future può essere una scelta vantaggiosa, in quanto consente di avere a disposizione lo stesso materiale del pavimento o del rivestimento preesistente, nel caso in cui si verifichino danni o rotture.
 

 

Acquistare le piastrelle in eccesso inizialmente può essere un'ottima soluzione anche per garantire la continuità del design e dell'aspetto estetico dell'ambiente, in caso di necessità di sostituzione di una o più piastrelle.

 

Tuttavia, acquistare scorte di piastrelle deve essere fatto con attenzione e criterio, tenendo conto di alcuni fattori importanti. In primo luogo, è necessario acquistare un quantitativo sufficiente di piastrelle, in modo da coprire eventuali danni o rotture future senza dover ricorrere all'acquisto di ulteriori scorte. Inoltre, è importante acquistare piastrelle della stessa tipologia e lotto di produzione del pavimento o del rivestimento preesistente, per garantire la massima uniformità e coerenza estetica.

 

In sintesi, l'acquisto di scorte di piastrelle per le manutenzioni future può essere una scelta vantaggiosa, ma va effettuato con attenzione e criterio, valutando attentamente quantità, tipologia e lotto di produzione delle piastrelle da acquistare